PEELED. LA STORIA DEI VELVET UNDERGROUND

ROB JOVANOVIC

€ 14,88
€ 17,50 - 15 %

ISBN:

Casa Editrice:

Pagine:

Lingua:

Stato:

Si trova in:

Il primo album dei Ueluet Underground vendette soltanto diecimila copie, ma tutti quelli che lo comprarono formarono una band": così recita una famosa battuta di Brian Eno, e forse, in effetti, nessun'altra band vanta un successo in classifica tanto scarso e un'influenza musicale così duratura come la formazione newyorkese. Una miriade di artisti, da David Bowie ai Sex Pistols, dai Joy Division ai Roxy Music, dai Niruana agli U2, e persino il drammaturgo e poi Presidente cecoslouacco Uàclav Havel hanno citato i Uelvet come una delle loro principali fonti d'ispirazione. Grazie al sostegno di Andy Warhol, che ne divenne mentore e manager, la band, formata nel 1964 dal vocalist, chitarrista e autore Lou Reed e da John Cale, polistrumentista gallese di formazione classica, cui si unirono poi Sterling Morrison alla chitarra e MoeTucker alla batteria, potè esplorare aree del paesaggio sonoro rock'n'roll fino a quel momento inaudite. A New Vork, dove alla metà degli anni Sessanta la scena folk era ancora vivace, e sulla West Coast, doue si stavano affermando soavi armonie e il "flower power", i Ueluet Underground erano l'antitesi di tutta la musica che li circondava. Dalla loro posizione ai margini della società urbana, da dove documentarono la parte nascosta della città, raccontauano storie di tossicodipendenza, prostituzione e devianza sessuale, sullo sfondo di un feedback urlante, "drone" e ritmi primitivi.

Condividi il libro

Iscriviti alla Newsletter

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOSTRE NOVITÀ. PROMOZIONI, EVENTI E TANTO ALTRO!