SCRITTORE E LO SPECCHIO. MORALISMO E LETTERATURA (LO)

Rivière Jacques

€ 15,00

ISBN:

Casa Editrice:

Collana:

Pagine:

Lingua:

Stato:

Si trova in:

Rivi?re ? un maestro che occorre oggi riprendere in mano, perch? le sue idee e il suo stile conservano quella "informalit?" che lo rende autore al tempo stesso classico e moderno. Come direttore della "Nouvelle Revue Fran?aise" cerc? di mantenere sempre questo equilibrio, che lo portava a cogliere il nuovo senza negare ci? che lo precedeva, come invece accade in certe avanguardie. Grande cultore della musica, della poesia e delle arti visive, resta traccia di questi suoi molteplici interessi critici il libro ?tudes dove sono raccolti i saggi su Baudelaire, Gide e Claudel, ma anche su musicisti come Rameau, Bach, Franck, Wagner, Moussorgski, Debussy e su pittori come Ingres, C?zanne, Gauguin. Rivi?re ha intuito presto l'importanza di poeti come Baudelaire e Rimbaud, ha sostenuto autori come Alain-Fournier (di cui spos? la sorella Isabelle), Mauriac, Aragon, Val?ry, Artaud. Forse oggi si fatica a comprendere che cosa fosse in quell'epoca l'esercizio quasi quotidiano della corrispondenza fra autori e amici, ma i carteggi di Rivi?re con Alain-Fournier, Proust e Claudel sono vere e proprie occasioni di riflessione sui destini e sull'importanza della letteratura, e si possono leggere anche come palinsesti di saggi da scrivere. I due testi di Rivi?re qui raccolti sono frutto di conferenze che l'autore tenne in dialogo con Ram?n Fern?ndez. In esse si dipana compiutamente la poetica critica di Rivi?re.

Condividi il libro

Iscriviti alla Newsletter

SARAI SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOSTRE NOVITÀ. PROMOZIONI, EVENTI E TANTO ALTRO!